Menopausa Meno… Male

Una delle fasi più delicate della vita di una donna è la menopausa, il periodo in cui il corpo femminile cessa di essere fertile e si interrompe il regolare ripetersi del ciclo mestruale. La menopausa viene spesso avvertita come un momento difficile, l’inizio di una fase piena di problemi legati alla salute e al benessere in generale.

Ma è anche vero che, viste le aumentate aspettative di vita della popolazione in generale, e delle donne in particolare, oggi si passano in menopausa circa trent’anni della propria vita. È dunque necessario affrontarla al meglio, in piena consapevolezza di ciò che comporta ma anche di tutti i rimedi possibili. Constatando che solo una piccola percentuale delle donne italiane ha un’adeguata informazione circa tutto ciò che riguarda la menopausa, la SIGO (Società Italiana di Ostetricia e Ginecologia) ha deciso di mettere in atto una serie di azioni, tra le quali la pubblicazione di una guida che si intitola “Menopausa Meno… Male – Scopri come viverla al meglio”: Questa pubblicazione, che a partire dal mese di dicembre 2016 è stata distribuita negli ambulatori, nei reparti di ostetricie e ginecologia, e in altri luoghi deputati alla cura della salute delle donne, fa parte di una campagna informativa voluta e portata avanti grazie a MDS, al contributo dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), della Società Italiana di Endocrinologia (SIE) e della Fondazione Insieme contro il Cancro. Altre azioni che sono state portate avanti riguardano la messa on line di un portale dedicato, www.menopausamenomale.org, l’elaborazione di sondaggi, la realizzazione di convegni e incontri. Che le donne italiane conoscano poco le realtà relative alla menopausa, e che la avvertano come un periodo della vita negativo, è confermato anche dai dati raccolti proprio in uno dei sondaggi promossi da SIGO, “Come vivi la menopausa”. Il campione considerato è stato di oltre 2000 donne di età compresa tra i 40 e i 60 anni. Per il 65% di loro la menopausa è una fase “complessa” della vita femminile; per l’85% di loro comporta “fastidi e disturbi”. Solo il 35% del campione lo vede come un “periodo positivo” perché non si soffre più dei problemi legati alle mestruazioni. Solo pochissime donne, una su dieci, parla dei problemi che avverte in menopausa con suo marito e pochissime pensano di adottare delle terapie per stare meglio: il 42% crede che tali terapie facciano male, il 18% che non servano. Il 35% semplicemente non sa neppure che esistono. Giovanni Scambia, direttore del Dipartimento Tutela della Salute della Donna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, dice che lo scopo della SIGO non è quello di voler far avvertire la menopausa come una malattia, ma solo di far capire alle donne che esistono dei modi per ovviare ai fastidi più comuni. In menopausa le donne soffrono di vampate di calore, secchezza vaginale, calo del desiderio e aumento di peso. Le terapie che possono servire a migliorare la qualità della vita sono tante, prima fra tutte quella ormonale sostitutiva che in passato è stata abbandonata poiché si sospettava fosse cancerogena, ma che oggi è del tutto sicura. Il professor Paolo Scollo, Presidente nazionale della SIGO, conclude dicendo che l’importante è calibrare bene la terapia per ogni donna, perché ogni corpo ha differenze esigenze e reagisce in modo diverso. Ad ogni modo, è importante che le donne capiscano che la menopausa non deve essere vissuta come una condanna, ma solo come un cambiamento da affrontare con serenità.