L’ansia, la menopausa e i suoi rimedi

La menopausa è un momento inevitabile e del tutto naturale della vita di una donna, che interviene, secondo quanto dice la scienza, intorno ai 50 anni di età. Sostanzialmente coincide con il momento in cui una donna cessa di avere le mestruazioni e di essere fertile.

Questo provoca nel suo corpo dei cambiamenti che spesso vengono vissuti con disagio, ma a cui raramente si cerca di porre rimedio, che pure esiste. A complicare le cose ci si mettono i risultati di uno studio che recentemente è stato pubblicato sulla rivista “Menopause”, una pubblicazione curata dalla North American Menopause Society (NAMS). Lo studio di cui si comunicano gli esiti ha considerato un campione di poco più di 3 mila donne, indagando soprattutto il rapporto che intercorre tra chi soffre di stati d’ansia e l’inizio della menopausa. In base a quanto si è potuto rilevare, è stato dimostrato che i disturbi fisici sono assai maggiori nelle donne che soffrono di ansia piuttosto che nelle altre. Anche se, come abbiamo detto, è piuttosto comune che in questa fase della vita una donna si senta a disagio e provi anche dei disturbi fisici, come le vampate di calore, per una donna ansiosa la situazione si complica enormemente. I sintomi che presenta sono infatti ben cinque volte più gravi rispetto alle altre donne. Secondo gli studiosi questo potrebbe essere legato ad un aumento di livello di alcuni ormoni che causano l’ansia; quel che è certo è che ci sono delle terapie adatte ad aiutare le donne che vivono stati d’ansia quando si avvicina il momento della menopausa, e in conclusione la ricerca invita ogni donna, e i medici, e prendere gli opportuni provvedimenti. Al di là del fatto che si soffra di ansia o meno, però, ci sono alcune cose che tutte le donne dovrebbero tenere presenti e dovrebbero sapere a proposito della menopausa. Ad esempio, che non è detto che quando scompaiono le mestruazioni si è già in menopausa: bisognerebbe sempre accertarsene con una visita ginecologica, perché intorno ai 45 anni di età si entra in una fase di perimenopausa che presenta diversi sintomi. I malesseri che vengono più comunemente accusati da una donna in menopausa sono le vampate di calore, l’aumento di peso e la secchezza vaginale. Purtroppo tutte queste sono conseguenze inevitabili, ma che è molto facile tenere sotto controllo con cure e terapie e un adeguato stile di vita. Una delle terapie più efficaci per combattere i malesseri della menopausa è la TOS (terapia ormonale sostitutiva). Purtroppo però in Italia solo 4 italiane su 100 la adottano, per motivi che hanno a che vedere con un malinteso senso del corpo femminile. A volte infatti si sente dire che è meglio “invecchiare in modo naturale”; in realtà anche altre patologie legate all’età vengono curate, quindi perché non la menopausa? La secchezza vaginale può essere combattuta con creme e pomate, anche perché una donna in menopausa non deve assolutamente credere che con la fine della sua età fertile sia finita anche la sua attività sessuale, anzi. Molto spesso il desiderio sessuale aumenta in una donna in menopausa, tanto più che può finalmente vivere la sua sessualità in assoluta libertà, senza temere una gravidanza indesiderata e senza soffrire per l’arrivo delle mestruazioni. Riguardo all’aumento di peso, è importante seguire una dieta sana e fare movimento. In ultima analisi, è importante parlare della menopausa con il medico, mentre per molte donne questo argomento resta una sorta di tabù.