L’alimentazione contro la cistite

Ormai tutti siamo consapevoli di quanto sia importante l’alimentazione che seguiamo per salvaguardare la nostra salute. Questo è ancora più vero per le donne, specie per le donne in menopausa che possono prevenire molti disturbi, o alleviarne i sintomi, semplicemente facendo una maggiore attenzione a quello che mettono intavola o nel piatto. Ad esempio, un disturbo molto diffuso come la cistite, che si verifica sì nelle donne in menopausa con più frequenza, ma può colpire chiunque, si può curare attraverso il cibo che si assume.

E non solo: non sono utili soltanto i farmaci, ma anche seguire alcune norme comportamentali ed igieniche che servono a diminuire i rischi di ammalarsi e, nel malaugurato caso in cui l’infezione sia già stata contratta, permettono di guarire con maggiore facilità. A dare delle indicazioni preziose in tal senso sono due esperti della materia: il professor Stefano Salvatore, Ginecologo e Responsabile dell’unità di Uroginecologia dell’IRCCS Ospedale San Raffaele e presidente della Società Europea di Uroginecologia, e la dottoressa Sabina Pelizzari, specialista in Scienze delle Professioni Sanitarie e della Riabilitazione del pavimento pelvico. I due hanno dato una serie di preziose indicazioni che possono aiutare tutte le donne ad evitare di contrarre la fastidiosa cistite, o a guarire più in fretta. Per prima cosa, molto importante è l’igiene, che però non deve nemmeno essere eccessiva. L’uso costante di detergenti troppo aggressivi, infatti, non ha altro risultato che quello di abbassare le difese intime e quindi di rendere il soggetto maggiormente predisposto ad ammalarsi o a contrarre infezioni. Bisognerebbe lavarsi con costanza ma usando detergenti neutri e non schiumogeni. Importante è anche il modo in cui ci si veste (no ad indumenti troppo attillati) ma anche il tipo di biancheria che si sceglie. Bisognerebbe sempre prediligere quella confezionata con tessuti naturali come il cotone o la seta. E infine si giunge all’alimentazione. La sostanza che è di maggior aiuto per il benessere intimo delle donne è il collagene, che, semplificando, potrebbe essere definito il “collante” dei tessuto, ciò che dà loro compattezza e resistenza. Il collagene si trova prevalentemente nella carne di pollo e di manzo, in quanto è una proteina che viene prodotta dal tessuto connettivo. Se ne trova in misura minore nel pesce, che però compensa con la presenza di omega 3, un acido grasso a sua volta di fondamentale importanza per la buona salute dei tessuti. Quale potrebbe essere, quindi, un menu ideale per prevenire la cistite, e per permettere ad una donna, anche in menopausa, di mantenere in buona salute le sue parti intime e il suo perineo? A suggerire tre interessanti portate, primo, secondo e dolce, è lo chef Davide Brovelli, che ha assistito il dottor Salvatore e la dottoressa Pellizzari in una serie di corsi incentrati sulla salute al femminile e l’alimentazione. Brovelli ha suggerito, come primo piatto, un tortino di alici che può essere preparato in modo molto semplice. Dopo aver pulito per bene le alici, basta metterle in una tortiera insieme ad aglio, olio e pane grattugiato. Per insaporire si può aggiungere anche uno strato di ricotta e spinaci, che conferiscono un sapore interessante senza appesantire. Il secondo invece è un’insalata realizzata con carne di maialino affumicato, yogurt greco, spinaci, piselli e sedano. Il segreto è cuocere la carne al vapore per non più di 10 minuti. Infine, il dolce che ha proposto Brovelli è un crumble di pere e prugne ai fiocchi di avena. Un menu salutare, ma non di meno gustoso.